Rossella Fava _ cAtrOuGe
rossella@catrouge.com
Skype cat.rouge
 
homedownloadcontattiEsposizioniCollaborazioniTestiPubblicazioniguestbookbloglinkfeed rss  
 
contatti
DigitalArtGraficaFotografiaPitturaaltro2012 2010201020092008200720062005200420032002199919981997  


Pigmenti Contagiosi - mostra personale

corso di intercultura

4° appuntamento della rassegna
KETUMART
Arte e Fotografia

VERNISSAGE:
Venerdì 15 dicembre 2006 - ore 19.00


scarica il volantino

::Comunicato Stampa

La ferita è un taglio alla cute con eventuale lesione dei tessuti sottostanti e due possibili complicazioni: l'infezione e l'emorragia. Si distinguono le ferite in superficiali e profonde, ma entrambe sono sottoposte al pericolo di infezione: quelle gravi danno più facilmente luogo a emorragia.

Le ferite di Rossella Fava sono determinate da un contatto contagioso dei pigmenti con i temi di attualità e di guerra, che da sempre sono alla base dell’espansione culturale e territoriale ma che spesso nell’animo umano tendono a provocare ferite fisiche e spirituali nettamente legate e correlate a vicende personali in grado di produrre lesioni interiori; tagli dell’anima.

Con questa serie di lavori l’artista torinese intende dar sfogo a proprie visioni dell’attuale realtà. Con vena provocatoria polemizza sui temi della guerra lasciando intendere all’osservatore che non tutte le ferite sono in grado di rimarginarsi. Attraverso lo studio dell’attuale momento storico riesce, verosimilmente, a condurre lo sguardo verso un taglio concepito come momento parallelo tra ciò che succede e ciò che si vive. Flussi di sangue o flussi di mente sembrano indurre la giovane artista a riflettere e indagare su temi scottanti ma talmente reali da sprigionare una passione sfrenata verso una pittura totalmente simbolica, verso un gesto nettamente critico.

La sinuosità del taglio che Lucio Fontana riusciva ad attribuire allo squarcio in una tela, viene ora, da Rossella Fava, ricondotto alla sua vera natura: il dolore di una ferita sanguinante sintomo di terrore e disagio in una realtà ossessionata dagli strumenti di offesa: armi fisiche, armi psichiche, armi materiali, armi naturali.

Giorgio Galotti


Date
15 dicembre 2006
30 dicembre 2006
Presso
KetumBar - Via Galvani 24 Roma [ RO ]



::Alcune opere esposte

Ferite Serie#04
Ferite Serie#04

Ferite Serie#05
Ferite Serie#05

Ferite Serie#06
Ferite Serie#06

Ferite Serie#07
Ferite Serie#07

Ferite:Serie#09
Ferite:Serie#09

Testi/publicazioni
Giorgio Galotti 2006
La ferita è un taglio alla cute con eventuale lesione dei tessuti sottostanti e due possibili complicazioni: l'infezione e l'emorragia. Si distinguono le ferite in superficiali e profonde, ma entrambe sono sottoposte al pericolo di infezione: quelle gravi danno più facilmente luogo a emorragia.

Le ferite di Rossella Fava sono determinate da un contatto contagioso dei pigmenti con i temi di attualità e di guerra, che da sempre sono alla base dell’espansione culturale e territoriale ma che spesso nell’animo umano tendono a provocare ferite fisiche e spirituali nettamente legate e correlate a vicende personali in grado di produrre lesioni interiori; tagli dell’anima.

Con questa serie di lavori l’artista torinese intende dar sfogo a proprie visioni dell’attuale realtà. Con vena provocatoria polemizza sui temi della guerra lasciando intendere all’osservatore che non tutte le ferite sono in grado di rimarginarsi.

Attraverso lo studio dell’attuale momento storico riesce, verosimilmente, a condurre lo sguardo verso un taglio concepito come momento parallelo tra ciò che succede e ciò che si vive.

Flussi di sangue o flussi di mente sembrano indurre la giovane artista a riflettere e indagare su temi scottanti ma talmente reali da sprigionare una passione sfrenata verso una pittura totalmente simbolica, verso un gesto nettamente critico.

La sinuosità del taglio che Lucio Fontana riusciva ad attribuire allo squarcio in una tela, viene ora, da Rossella Fava, ricondotto alla sua vera natura: il dolore di una ferita sanguinante sintomo di terrore e disagio in una realtà ossessionata dagli strumenti di offesa: armi fisiche, armi psichiche, armi materiali, armi naturali.
 

 esposizioni/ ketumbar  
Tutte le fotografie, le immagini digitali, i dipinti del portfolio, salvo ove diversamente indicato, sono in vendita. Per maggiori informazioni: catrouge@gmail.com
sito visitato dal 1 giugno 2006

Tutte le immagini e i testi di questo sito sono pubblicati sotto Licenza Creative Commons: sei libero di riprodurre e/o distribuire i lavori qui pubblicati alle seguenti condizioni: * Attribuzione — Devi attribuire la paternità dell'opera nei modi indicati dall'autore o da chi ti ha dato l'opera in licenza e in modo tale da non suggerire che essi avallino te o il modo in cui tu usi l'opera. * Non commerciale — Non puoi usare quest'opera per fini commerciali. * Non opere derivate — Non puoi alterare o trasformare quest'opera, ne' usarla per crearne un'altra.